Clicca qui per OFFERTE e SCONTI

Martello demolitore

Martello DemolitoreUno degli attrezzi più comuni, usati in edilizia, è il martello demolitore o martello pneumatico concepito per l’uso combinato di martello e scalpello.

Il primo brevetto di questo ormai indispensabile strumento di lavoro fu concesso 120 anni fa a Charles King che gli diede il nome di “scalpello infernale”: il documento porta la data del 30 gennaio 1894 ed è molto simile agli attrezzi di oggi; fino ad allora si usavano martelli a vapore, poco adatti ai luoghi di lavoro dove venivano usati e cioè le miniere poiché per farli funzionare bisognava usare delle caldaie a legna all’interno dei tunnel, cosa molto pericolosa se si considerano i gas presenti in miniera.

La sua  funzione è quella di demolire manufatti compatti e molto resistenti come pareti, cemento, sottofondo stradale, cemento armato.

L’uso di un martello demolitore non è affatto semplice: le vibrazioni imposte dal corpo richiedono una notevole forza fisica e per sostenere l’attrezzo e per spingerlo contro il manufatto da demolire; e un notevole equilibrio perché le vibrazioni portano il corpo ad un movimento di scuotimento. Spesso, a seconda del lavoro da eseguire vengono utilizzati anche due operatori.

La potenza di questo attrezzo va misurato non in Watt ma joule, vale a dire nel numero di colpi che riesce ad imporre la potenza contro un dato corpo; questo farebbe pensare che tanti più giri ha il martello, tanto più è di qualità superiore : non è così. Il numero dei giri sono importanti per il lavoro che l’attrezzo deve svolgere, ma bisogna tener presente che tanto più il numero dei giri è alto, tanto più è alta l’usura e di conseguenza le prestazioni non saranno più ottimali.

Molti martelli demolitori dell’ultima generazione hanno il manico che assorbe le vibrazioni e che riconosce i colpi a vuoto, alleggerendo così il lavoro dell’operatore e diminuendo l’usura dell’attrezzo. Molte marche hanno anche in dotazione un sistema elettronico variabile di giri e colpi che permette di regolare il martello a seconda del lavoro da fare; meccanismo utilissimo, ma elettronico appunto e l’elettronica non sempre va d’accordo con la pratica giornaliera, specie se la pratica implica il sollevamento di polveri che spesso fanno inceppare i sofisticati meccanismi.

L’uso della macchina, oltre a non essere facile può essere anche pregiudicante per la salute; ci sono regole di comportamento obbligatorie da seguire per la sicurezza dell’operatore.

Rischi del martello demolitore:

  • Vibrazioni: sollecitazioni a carico dell’apparato muscolo-scheletrico, abrasioni alle mani

Comportamento: evitare un uso prolungato senza soste; usare guanti che riducano le vibrazioni trasmesse

  • Rumore: sviluppa un rumore di circa 100 decibel e può procurare sordità

Comportamento: usare le cuffie protettive per l’apparato uditivo

  • Polveri: demolire significa sollevare polveri e schegge, pericolose per gli occhi

Comportamento: usare sempre occhiali di protezione

Confronto dei migliori martelli demolitori

Confrontiamo ora alcuni tra i martelli demolitori migliori presenti sul mercato :

Prodotto Potenza Potenza del colpo Numero di colpi/min Oscillazione

Bosch GSH 16-30

1.750 WATT 41 J 1.330 13.0 m/s²
Bosch GSH 11 VC

1.700 WATT 23 J 900-1700 8.0    m/s²
Bosch GSH 388

1.050 WATT 7.1 J 2.800 16.5  m/s²
Hitachi h25pv

0.500 WATT 4.00 J 3.200 9.7   m/s²
Hitachi H65SB

1.240 WATT 42 J 1.400 19.0 m/s²

Hitachi H55SA

1.140 16 J 1.450 15.6  m/s²

Makita HM1213C

1.510 WATT 18.6 J 950 -1900 7.0   m/s²

Einhell  BT-DH 1600

1.600 WATT 43 J 1.500 8.00 m/s²
Einhell TE-DH 1027

1.500 WATT 32 J 1.900 12.0 m/s²

Potenza: Watt assorbiti

Potenza del colpo: forza sprigionata per ogni colpo

Numero colpi/m: quanti colpi si susseguono in sequenza per ogni minuto

Oscillazione: le vibrazioni trasmesse agli arti ogni secondo

Come scegliere un martello demolitore

Scegliere un martello efficiente è meno semplice di quanto possa sembrare. Le demolizioni non sono tutte della stessa specie e i materiali da demolire sono vari e diversi tra loro per composizione, durezza, ruvidezza; non sempre si deve Martello demolitore prezzidemolire in piano o in terra e demolire può anche significare scrostare un intonaco molto resistente. Ecco che, tenendo conto di tutti questi fattori, non possiamo pensare che un martello vale l’altro. Non ci dimentichiamo anche che le differenze di prezzo tra un attrezzo e l’altro a volte sono notevoli e che un attrezzo professionale non è certamente adatto a lavori “fai da te”.

Se siamo impresa edile ci servirà uno strumento resistente, non facile all’usura, con un basso numero di vibrazioni e un discreta forza Joule; anche l’impugnatura ha la sua importanza: meglio se ergonomica, antiscivolo e con dispositivi antivibrazioni; se poi ne troviamo uno che abbia un dispositivo per regolare la capacità di colpi/m sarebbe il top. Questi tipi di attrezzi hanno, però il loro costo, che verrà ammortizzato dall’uso duraturo e dalle prestazioni ottimali che ci darà nel tempo.

Se, invece, stiamo cercando un attrezzo perché i piccoli lavoretti li facciamo noi, allora non è il caso di scegliere un martello professionale: accertiamoci solo che sia con impugnatura antivibrazioni, che non sia eccessivamente pesante e che la capacità di colpi/m non sia molto elevata ( non riusciremo a controllarlo).

Se i lavori che eseguiamo di solito sono quelli manutentivi converrà acquistare un martello  che lavori bene in orizzontale e in inclinazione, per cui più leggero da tenere sollevato ; se invece siamo soliti fare lavori stradali il modello “a colonna” è più indicato perché più potente, di solito, perché ergonomicamente sviluppato per i lavori in verticale, potendo sviluppare tutta la sua forza e potendo noi tenerlo bene in equilibrio stando in piedi e quindi ben piantati.

Il prezzo è una variabile importante, per la scelta, ma da questo punto di vista la scelta è abbastanza varia, tenendo ben presenti le condizioni che abbiamo descritto sopra.

Come è fatto un martello demolitore

Martello demolitore miglioreI martelli demolitori sono oggetti meccanici in sé abbastanza elementari, nel senso che non sono composti da parti elettroniche e che i loro funzionamenti sono frutto di elementari leggi meccaniche.

Le parti principali che li compongono sono:

  • Il corpo o martello
  • Il fioretto o accessorio demolitore (scalpello, punta)

Il corpo è la parte puramente meccanica, quella cioè che trasmette la potenza al fioretto per farlo lavorare, composto da un’impugnatura, un corpo centrale, un motore di trasmissione, un diffusore, un innesto percussione.

Il fioretto o accessorio demolitore è una semplice punta, scalpello piatta o a spirale che va ad innestarsi nel corpo.

La propulsione dei martelli demolitori elettrici è sempre ad aria compressa; se parliamo di propulsione idraulica parliamo di escavatori con martello demolitore in quanto non alimentati da energia elettrica.

Come scegliere il Milgliore sul Mercato

miglior martello demolitoreIl martello demolitore migliore è quello che permette di eseguire il lavoro per cui è preposto con il minor sforzo possibile, la maggior sicurezza, la maggior maneggevolezza, la minor usura.

Detto così sembra una cosa scontata: non è possibile sceglierne uno in particolare perché le maggiori marche si equivalgono.

Tutto quello che possiamo fare è stilare una classifica, ideale, che comprenda quelli che, per caratteristiche, prezzo, sicurezza e longevità, diano una garanzia a chi li acquista.

Cercheremo di darvi un’idea di quali sono i prodotti migliori sul mercato

  • Bosch GSH 16-30
  • Bosch GSH3E
  • Hitachi h25pv
  • Hitachi H60MA
  • Makita HM0871C
  • Makita HM1213C
  • Einhell BT-DH 1600/1
  • Einhell TE-DH 1027

Questa nostra lista, non vuole essere esaustiva, rispetto alla produzione di queste grandi marche, ma solo dare un’idea di quello che si trova sul mercato, cercando di essere quanto più vari possibile.

Abbiamo cercato di scegliere svariati  modelli di martelli che possono essere idonei alle imprese e a modelli che possono essere utilizzati da chi vuole cimentarsi nel “fai da te”.

Come si usa un martello demolitore

uso martello demolitoreL’uso di un martello demolitore può diventare pericoloso se non eseguito con le dovute cautele e con le opportune precauzioni; cerchiamo di sintetizzare quale è l’uso corretto di questo attrezzo:

La zona di lavoro in cui opera l’addetto deve essere pulita e libera da ostacoli, per non intralciare i movimenti dell’operatore (eventuale materiale depositato può provocare inciampi o scivolamenti); nella zona di lavoro non vi devono essere presenti persone e animali; il martello demolitore non va usato nelle vicinanze di materiali esplosivi, ad esempio in presenza di liquidi, gas o polveri infiammabili. L’uso di punte usurate diminuisce l’efficacia dell’attrezzo e può provocare eventuali cattivi funzionamenti del motore, affilare o sostituire le punta  appena si nota logoramento. L’uso migliore di un martello demolitore è quello che si fa sfruttandone il peso. Non avrete prestazioni migliori se premete o spingete violentemente il dispositivo contro la superficie di lavoro. Il martello va preso con la forza sufficiente a controbilanciarne i colpi; se la percussione dovesse essere particolarmente pesante, è opportuno essere in due. L’attrezzo non va mai poggiato a terra acceso. Il  demolitore va sempre usato  in posizione stabile: afferrare saldamente dalle impugnature,appoggiare la punta sulla superficie da demolire e dopo accendere la macchina.. È opportuno operare evitando per quanto possibile sforzi con la schiena, il corpo ed i muscoli  devono essere rilassati,non devono mantenere la macchina; non fare leva con il proprio peso per facilitarne l’azione, evitare anche di fare leva con la punta; quando si opera sulla pietra è opportuno seguire  la venatura della stessa. Evitare di usare un martello demolitore “a colonna” per lavori in orizzontale o su piani inclinati a parete.

I prezzi sul mercato

I prezzi  variano a seconda della funzione che essi sono atti a svolgere.

Dobbiamo sempre pensare a che cosa dovrà servire quello che stiamo acquistando; dobbiamo renderci conto che è inutile comprare una macchina adatta a perforare il cemento armato o il sottofondo stradale se vogliamo solo demolire l’intonaco di casa. In questo caso basterà un martello non professionale, senza eccessive pretese, con potenza media. I prezzi in questo caso sono abbordabili, non esagerati.

Se siamo un’impresa e sappiamo di dover utilizzare la macchina per determinati tipi di lavoro allora quello che ci serve è scegliere tra una serie di martelli demolitori progessionali, con determinate caratteristiche, con una potenza maggiore, con un sistema antivibrazione funzionante: in questo caso il prezzo sarà in salita.

I prezzi di mercato di questi attrezzi possono variare dai 100,00 ai 2.000,00 euro: a seconda della marca, della potenza, delle caratteristiche generali. Con 100,00/150,00 euro si può acquistare tranquillamente una macchina affidabile, di ottima qualità. Magari non da usare tutti i giorni, in modo continuativo e con una potenza moderata, anche con un numero di colpi al minuto non elevato, ma sufficiente ad eseguire un determinato tipo di lavori, anche dilettantistici.

Se parliamo di utensili semi-professionali, il prezzo sale intorno ai 300,00/400,00 euro. Troviamo in questa fascia macchine sempre di ottima qualità, adatte a lavori più o meno professionali, ma non proprio quotidiani: li troviamo di potenza moderata, ma anche di grande potenza, ma bisogna avere una maggior attenzione all’usura.

Quando arriviamo alla sfera professionale dei martelli demolitori, possiamo trovare cifre che vanno dai 500,00 ai 2500,00 euro e, se forniti di accessori particolari, anche di più. Queste sono macchine adatte ad un lavoro continuativo, e di grande usura e danno una maggiore garanzia di longevità.

Conclusioni

Potremmo elencare ancora tantissime caratteristiche e prezzi e modi d’uso del martello demolitore, ma è opportuno fermarci qui: corriamo il pericolo di ripeterci, mentre invece ci proponiamo di analizzare, più avanti, nelle pagine a seguire alcuni modelli specifici di varie marche. Cercheremo di darvi indicazioni su caratteristiche, prezzi, differenze di quelli che noi consideriamo tra i migliori articoli sul mercato.

La nostra piccola guida ti potrà servire a capire cosa ti serve veramente e cosa è da evitare; le specifiche che seguiranno potranno servirti ad orientarti tra grandi marche e prezzi, con qualche indicazione sui modi d’uso corretti di queste macchine: secondo le norme di sicurezza, secondo le caratteristiche proprie degli attrezzi, secondo la potenza, secondo la conformazione ergonomica.

martelli demolitori

Uno degli attrezzi più comuni, usati in edilizia, è il martello demolitore o martello pneumatico concepito per l’uso combinato di martello e scalpello. Il primo brevetto di questo ormai indispensabile strumento di lavoro fu concesso 120 anni fa a Charles King che gli diede il nome di “scalpello infernale”: il documento porta la data del 30 gennaio 1894 ed è molto simile agli attrezzi di oggi; fino ad allora si usavano martelli a vapore, poco adatti ai luoghi di lavoro dove venivano usati e cioè le miniere poiché per farli funzionare bisognava usare delle caldaie a legna all’interno dei tunnel,…
Giudizio Finale
User Rating: 4.73 ( 3 votes)

Clicca qui per OFFERTE e SCONTI

2 comments

  1. Complimenti per la teoria all’uso del martello pneumatico. Il mio caso, per risparmiare tempo e denaro con il muratore, sto pensando a comprare un martello pneumatico con il discorso di fare gli impianti in casa e taverna, e saranno tempi lunghi. Quello che posso suggerire è, in base al tipo di lavoro da fare e in quale ubicazione, come strada o cantiere o in casa, creare una tabella in base proprio alle proprie esigenze. Grazie e saluti

    • Grazie infinite per il suo suggerimento Sig. Vito. Grazie anche a voi cerchiamo sempre di migliorare il sito ed aiutare gli utenti anche a scegliere i prodotti più adatti alle loro esigenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *